17 ott 2018: Piantiamo un cipresso - Parco Culturale di Camaiano

Vai ai contenuti
Progetto di educazione ambientale a cura del CSSTO per il Parco Culturale di Camaiano

Nel corso del tempo numerose fallanze si sono venute a creare nel lungo filare di cipressi di via di Castelpiero, sul crinale tra le valli dei botri Sanguigna e Riardo, nel cuore del Parco Culturale di Camaiano.

 




Il progetto di piantumazione degli oltre 60 alberi mancanti, promosso dal CSSTO per il Parco Culturale di Camaiano e con il Patrocinio del Comune di Rosignano Marittimo, prevedeva la partecipazione attiva delle classi 3ª, 4ª e 5ª della Scuola Primaria Silvestro Lega sede di Castelnuovo della Misericordia, frequentata dai ragazzi di Castelnuovo, Gabbro e Nibbiaia.
Ringraziamo il Reparto Carabinieri Biodiversità di Cecina che ha donato le piante necessarie, la Società Cooperativa Terre dell'Etruria che ha sostenuto il progetto donando i pali tutori e il materiale per le legature e la Fattoria di Paltratico per l'acquisto delle magliette per i bimbi.  
    
Nel mese di agosto abbiamo provveduto alla preparazione del terreno che consisteva nell'abbattimento degli alberi secchi, nell'escavo del ciocchi e nell'escavo e concimazione delle buche
Il 3 ottobre i nostri esperti Roberto Branchetti e Giovanni Bracci hanno tenuto una presentazione alla Scuola Primaria Silvestro Lega per spiegare ai ragazzi della 3ª, 4ª e 5ª classe cosa sia il Parco Culturale di Camaiano, in che cosa consiste il progetto "Piantiamo un Cipresso"  e quale sarebbe stato il lavoro che dovevano affrontare da lì a poco. E' stato un vero piacere vedere l'interesse che i bambini hanno dimostrato, stando attenti e facendo numerose domande.




Abbiamo preparato anche una mappa del territorio che è stata distribuita ai ragazzi per far loro capire bene dove si sarebbe svolta la piantumazione.
L'evento della piantumazione si è tenuto il giorno mercoledì 17 ottobre 2018.
Erano presenti i Carabinieri Forestali e l'Amministrazione del Comune di Rosignano Marittimo - rappresentata dal Sindaco Alessandro Franchi, il vicesindaco Daniele Donati, gli assessori Pietro Nocchi e Licia Montagnani - che ringraziamo per la loro presenza e il loro intervento.

Dopo i discorsi di benvenuto i 60 bambini sono stati divisi in squadre ed hanno iniziato, sotto l'attenta guida dei membri del CSSTO, a piantare gli alberi ed i rispettivi pali tutori. Accanto ad ogni albero sono state interrate delle bottiglie appositamente preparate che fungeranno da imbuto per le annaffiature, poi gli alberi sono stati fissati ai tutori e vi sono stati legati anche dei cartellini con i nomi dei bambini che così quando torneranno sul posto potranno riconoscere il loro cipresso. L'entusiasmo è stato grande, e con tutto quello slancio ed impegno una quarantina di piante sono state messe a dimora già prima della pausa pranzo.

Al pranzo al sacco sul prato del Podere Motorno messo gentilmente a disposizione per questa occasione è seguita la premiazione degli alunni: ogni bambino ha ricevuto la maglietta "Piantiamo un Cipresso" e un medaglione di legno di cipresso sul quale è stato inciso il logo di questa giornata.
Dopo questa piacevole pausa è proseguita la piantumazione di un totale di ben 66 cipressi. L'ultimo lavoro è stato quello dell'annaffiatura di tutte le piante e poi via libera a giochi e corse fino all'arrivo dei genitori e degli scuolabus che hanno riportato i ragazzi a casa.
il mito di Ciparisso
Qui alcuni articoli di giornale sul nostro evento:
Il Tirreno
Il Telegrafo
20/05/2020
Privacy Policy
Torna ai contenuti